Archivi tag: Seicento

Premio Strega/ La Napoli del Seicento candidata con Antonella Cilento

lisari_cilentoMondadori candida al prossimo Premio Strega una storia molto femminile e molto napoletana: Lisario, o il piacere infinito delle donne, l’ultimo libro di Antonella Cilento. Il romanzo – in uscita proprio in questi giorni – è ambientato nella Napoli del Seicento, e racconta la storia di Lisario Morales, muta a causa di un maldestro intervento chirurgico, che legge di nascosto Cervantes e scrive lettere alla Madonna. È poco più di una bambina quando le propongono per la prima volta il matrimonio, e lei per sottrarsi cade addormentata. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Luoghi letterari/ Ponte Ricciardo tra morti impiccati e sospiri d’amore

tiorba

Il Ponte Ricciardo, ovvero il ponte della Maddalena sulla foce del Sebeto, era il luogo delle infami forche da cui pendevano gli impiccati, i cui corpi venivano spesso gettati poi direttamente a mare. Nel Quattrocento Masuccio Salernitano ci ambientò un racconto del suo Novellino; ma la testimonianza più bella è forse un sonetto della mitica Tiorba a Taccone, il canzoniere pubblicato a Napoli nel 1646 sotto il fantasioso nome di Filippo Sgruttendio, sulla cui identità indagarono Croce e Ferdinando Russo, e in tempi più recenti numerosi altri studiosi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Poesia, Uncategorized

Napoli/600: L’eresia tra sesso e misticismo in un libro da riscoprire

A 17 anni dall’uscita, non si può dire che La carità di Giulia abbia avuto l’attenzione che meritava un romanzo ben fatto, che ricostruisce la vera storia di Giulia Di Marco e della sua confraternita di “Carità carnale”: una pagina eclatante della Napoli del ‘600, che tra sesso e misticismo rappresenta il più importante “caso” affrontato dell’Inquisizione nel Mezzogiorno. Pubblicato nel 1995 da Intramoenia (II ed. 2002, pp. 496, euro 16,50), il libro di Fabio Romano è introdotto da Antonio Ghirelli che parla di «un ‘kolossal’ della passione carnale e del misticismo, un affresco magistrale della società cittadina alla vigilia dei due drammatici avvenimenti che l’avrebbero sconvolta: la rivolta di Masaniello e la grande peste del 1656». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Storia