Archivi tag: Benedetto Croce

La tomba perduta di Ribera/L’orribile visita di Croce alla chiesa di Mergellina

croce_spagnoletto«Che fine ha fatto il corpo dello Spagnoletto?»: qualche tempo fa Alessandro Chetta sollevò dalle pagine del Corriere del Mezzogiorno la questione della tomba del Ribera, che avrebbe dovuto trovarsi nella chiesa di Santa Maria del Parto a Mergellina, ma della quale non si trova traccia. La discussione avviata portò alla clamorosa constatazione che, con grande probabilità, i resti del famoso pittore sono andati perduti in una scriteriata ristrutturazione della “chiesa inferiore”, ovvero della cripta, che intorno agli anni Settanta fu svuotata di tutto il contenuto accumulato nei secoli: anche dei morti. Le orribili condizioni in cui versava quella cripta furono descritte da Benedetto Croce – inconsapevole che il Ribera fosse là sepolto – in un articolo apparso nel 1892 su «Napoli Nobilissima». Ecco la pagina tratta da B. Croce, La tomba di Jacobo Sannazaro e la chiesa di S. Maria del Parto, «Napoli nobilissima», I (1892), n. 5, p. 75 >> Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia

Croce, Serao e la «piccola verità popolare» di Francesco Mastriani

croce2Fu Benedetto Croce a riscoprire Francesco Mastriani: «romanziere di appendici che non solo è importante per la conoscenza dei costumi e della psicologia del popolo e della piccola borghesia partenopea, ma rimane il più notabile romanziere del genere, che l’Italia abbia dato».  Croce suggerì alla disattenta critica italiana di studiare Mastriani, a cui il traduttore francese di D’Annunzio, Giorgio Hérelle, aveva dedicato un articolo intitolato Un romancier socialiste a Naples sulla Revue de Paris del 1894. Ecco la pagina che fu fondamentale per la riscoperta dello scrittore, tratta da B. Croce, La vita letteraria a Napoli, in La letteratura della nuova Italia, IV, Bari, Laterza, 1922, pp. 313-16. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Uncategorized

Croce-Arangio Ruiz, la cultura al tempo della guerra (e del dopoguerra)

 Settanta lettere e numerosi altri documenti: tutto quello che resta del carteggio tra Benedetto Croce e Vincenzo Arangio-Ruiz, in un libro appena pubblicato dall’Istituto Italiano per gli Studi Storici. La corrispondenza tra Croce e l’insigne giusromanista va dagli anni Venti al 1952, ma il periodo più interessante è certamente la convulsa stagione della Liberazione e  dei primi governi di unità nazionale. Arangio-Ruiz, a capo del Comitato di liberazione napoletano, discute infatti con Croce dell’opportunità dell’abdicazione del re; e divenuto poi ministro, affronta le questioni dell’epurazione universitaria e della ricostituzione dell’Accademia dei Lincei. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Storia

Studi Storici/il saggio: Allegoria in versi, per scopire la poesia dei trovatori

La collana dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici si arricchisce di una nuova interessante monografia. Il saggio dello studioso Marco Grimaldi si intitola Allegoria in versi: Un’idea della poesia dei trovatori (pp. xii-240, € 29) ed è distribuito dalla Società Editrice Il Mulino. Da un’idea di allegoria, alla ricostruzione di una letteratura documentaria; dalle forme del racconto, a quelle del dialogo: di seguito, un  abstract sintetico per saperne di più su questa nuova interessante ricerca, promossa dall’Istituto napoletano fondato da Benedetto Croce. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in critica letteraria, Libri, università

Anticristianesimo e libertà: nuovo saggio dell’Istituto di Studi Storici

L’Istituto Italiano per gli Studi Storici, autorevole fucina culturale di Napoli, pubblica il nuovo saggio di Silvia Berti, Anticristianesimo e libertà. Studi sull’Illuminismo radicale europeo. Il volume (pagine xxxvi-376 e 26 tavole fuori testo, costo € 45) è distribuito dalla Società Editrice Il Mulino. Di seguito, un  abstract sintetico e l’indice per saperne di più su questa interessante ricerca, promossa dall’Istituto napoletano fondato da Benedetto Croce. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Storia

Adelphi, ad aprile in promo anche i classici su Napoli

Ortese, Lewis, Croce: se mancano nella vostra biblioteca, fino al 30 aprile potete cogliere l’occasione della campagna Adelphi per prendere con il 25% di sconto quattro classici della letteratura napoletana: Il mare non bagna Napoli, Napoli ’44, Storie e leggende napoletane, Un paradiso abitato da diavoli. Ma i titoli Adelphi in promozione sono centinaia, e per gli appassionati di tutti i generi: da Sciascia a Guido Morselli, ai gialli di Simenon a tantissimi altri: al 25% è tutta la Piccola biblioteca Adelphi e Gli Adelphi. Un’occasione da non perdere.

Lascia un commento

Archiviato in Libri