Archivi categoria: Uncategorized

Antonio Ghirelli, “lampi” dall’ultima video-intervista, e il “libro-elogio”

Un ricordo di Antonio Ghirelli a due anni dalla scomparsa: l’ultima intervista raccolta da un video e da un piccolo libro, presentati al Maschio Angioino di Napoli. La Fondazione Valenzi ha ospitato l’11 aprile 2014 un incontro – in occasione dell’uscita dell’Elogio di Antonio Ghirelli di Giuseppe Pesce – a cui hanno preso parte la presidente Lucia Valenzi e Franco Iacono, il deputato Marco Di Lello, i giornalisti Titti Marrone e Nino Masiello; e a cui ha preso parte anche il figlio di Antonio Ghirelli, Massimo Ghirelli. Un incontro per ricordare una personalità dall’intelligenza acuta che, nel giornalismo e nelle istituzioni, ha saputo attraversare i tempi cogliendone cambiamenti e prospettive, senza mai dimenticare l’amata Napoli.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Napoli, ma non solo/ Cosa sono queste “Dolomiti” di Antonio Bassolino?

copertina-le-dolomiti-di-napoliLa scorsa settimana sono stato invitato a presentare a Casoria “Le Dolomiti di Napoli”, l’ultimo libro di Antonio Bassolino. Nello sfogliarlo a distanza di qualche mese – è uscito a metà dello scorso novembre – mi sono accorto di confonderlo con un precedente libro, uscito quattro anni fa, intitolato “Napoli-Italia”. E in effetti, questi due libri sono in qualche modo complementari. Nel 2010 la narrazione di Bassolino si concentrava però più su una dimensione pubblica, tracciando le tappe della sua carriera politica, anche con frequenti riferimenti alla vita privata. Nel suo nuovo libro, la dimensione privata si dilata, divenendo quasi intima; e si fa strada un sentimento – il tratto forse più umano, capace di coinvolgere il lettore – che è quello della delusione: delusione delle persone incontrate e avute accanto, ma anche di una stagione che è andata come è andata. Vengono fuori, infatti, anche gli errori; e uno su tutti, il più grande, la (troppo) lunga permanenza al potere: sedici anni, prima come sindaco di Napoli e poi presidente della Regione Campania, con una breve parentesi romana al Ministero del Lavoro. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Luoghi letterari/ Ponte Ricciardo tra morti impiccati e sospiri d’amore

tiorba

Il Ponte Ricciardo, ovvero il ponte della Maddalena sulla foce del Sebeto, era il luogo delle infami forche da cui pendevano gli impiccati, i cui corpi venivano spesso gettati poi direttamente a mare. Nel Quattrocento Masuccio Salernitano ci ambientò un racconto del suo Novellino; ma la testimonianza più bella è forse un sonetto della mitica Tiorba a Taccone, il canzoniere pubblicato a Napoli nel 1646 sotto il fantasioso nome di Filippo Sgruttendio, sulla cui identità indagarono Croce e Ferdinando Russo, e in tempi più recenti numerosi altri studiosi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Poesia, Uncategorized

Figli di N.N. (a Maurizio De Giovanni)

zatera

La verità è che forse siamo tutti figli di NN. Ma non pensate subito a male: siamo figli di una Nazione Napoletana, forse dispersa, forse solo persa e disorientata. Forse, siamo tutti dentro al grande naufragio di una Patria, anche letteraria. Magari perché abbiamo avuto cattivi timonieri, o perché siamo stati proprio noi a smettere di remare: o ci siamo addirittura ammutinati, ubriachi, e adesso ci trascina la deriva. Ma non possiamo continuare a lungo, a navigare a vista. Dovremmo costruire una bussola, aggiustare il timone, trovare la rotta.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Critica/ Narrativa meridionale, un discorso da riprendere

ImmagineTra “casi” e polemiche, librerie che chiudono, editori che latitano e scrittori che espatriano, c’è anche chi prova a rilanciare, più seriamente, un dibattito sulla narrativa meridionale. “Letti d’un fiato” è il titolo del libro uscito di recente per Homo Scrivens, in cui Raffaele Messina ha raccolto una serie di recensioni apparse negli ultimi anni su varie riviste. Ci sono le segnalazioni di diversi “esordi”, alcuni interessanti e forse troppo presto liquidati nel turnover sempre più serrato che brucia ormai decine di novità al mese. Ma ci sono soprattutto gli scrittori a cui è stata appiccicata quell’odiosa (ma spesso fortunata) etichetta di “napoletani”: tra gli altri, Maurizio De Giovanni ed Ermanno Rea, Ruggiero Cappuccio  e l’immancabile Roberto Saviano, Diego De Silva e Angelo Petrella. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in critica letteraria, Uncategorized

serva_italia

servaitalia

Lascia un commento

1 ottobre 2013 · 10:02

La Collezione Valenzi per Napoli: al Maschio Angioino fino a marzo 2014

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Da Guttuso a Matta: La Collezione Valenzi per Napoli” si inaugura mercoledì 2 Ottobre (ore 18) al Maschio Angioino; la mostra organizzata in collaborazione con il Comune di Napoli, curata dalla storica dell’arte Olga Scotto di Vettimo, è dedicata al 70esimo anniversario delle Quattro Giornate di Napoli  (1943-2013). Circa sessanta le opere esposte: pitture, disegni, ceramiche e piccole sculture  che raccontano, attraverso la produzione artistica di Maurizio Valenzi e quella di altri noti artisti del ‘900 a lui amici, quasi un secolo di arte e storia di Napoli e del mondo.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Presentazione/Sognando l’Avana, il nuovo romanzo di Peppe Lanzetta

peppelanzetta33Peppe Lanzetta presenta il suo nuovo romanzo Sognando l’Avana (Cento Autori, pp. 176, euro 15) alla Feltrinelli di piazza dei Martiri  giovedì 26 settembre (ore 18) insieme al giornalista e critico letterario Francesco Durante.

Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Rivista/il secondo numero di «Achab» nel segno di Camus e di Malacqua

achab2Si presenta martedì 17 settembre alla Feltrinelli di Piazza dei Martiri (ore 18) il secondo numero della rivista letteraria Achab. L’Area critica è dedicata ad Albert Camus nel centenario della nascita, a cui si affianca il ricordo dello “Straniero di Avella”: Nicola Pugliese, geniale autore del romanzo Malacqua. Non mancano racconti inediti di importanti scrittori, e la scoperta di nuovi autori. Con le bellissime tavole e un’intervista al grande illustratore argentino José Muñoz. Continua dunque il percorso di Achab, che da una Napoli città cosmopolita propone un viaggio della conoscenza nel confronto con le culture di tutto il mondo. Insieme al direttore Nando Vitali, ne parleranno Andrea Caterini (coordinatore della redazione romana) e il giornalista Francesco De CoreLetture di Arnolfo Petri, coordina Pier Antonio Toma.

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rosa/Sveva Casati, l’amore al tempo dell’oro rosso di Torre del Greco

soglianoAlle tante amanti del genere rosa non sfuggirà il nuovo romanzo firmato Sveva Casati Modignani, che esce in questi giorni per Sperling & Kupfer e racconta una storia per gran parte napoletana: Palazzo Sogliano, che dà il titolo al libro, è infatti la settecentesca dimora di una dinastia di corallari a Torre del Greco. Non è la prima volta che Sveva Casati (pseudonimo utilizzato dalla milanese Bice Cairati, e in passato anche del marito Nullo Cantaroni) sceglie Napoli, dove ha già ambientato Vicolo della Duchesca uscito nel 2001. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Croce, Serao e la «piccola verità popolare» di Francesco Mastriani

croce2Fu Benedetto Croce a riscoprire Francesco Mastriani: «romanziere di appendici che non solo è importante per la conoscenza dei costumi e della psicologia del popolo e della piccola borghesia partenopea, ma rimane il più notabile romanziere del genere, che l’Italia abbia dato».  Croce suggerì alla disattenta critica italiana di studiare Mastriani, a cui il traduttore francese di D’Annunzio, Giorgio Hérelle, aveva dedicato un articolo intitolato Un romancier socialiste a Naples sulla Revue de Paris del 1894. Ecco la pagina che fu fondamentale per la riscoperta dello scrittore, tratta da B. Croce, La vita letteraria a Napoli, in La letteratura della nuova Italia, IV, Bari, Laterza, 1922, pp. 313-16. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Uncategorized

Pizzeria Inferno, torna in libreria la Napoli onirica di Michele Serio

pizzeriainfernoPizzeria Inferno di Michele Serio, cult-book napoletano del 1994 tornato in libreria grazie all’editore Homo Scrivens, è la storia di una città dominata dalla corruzione e dal degrado in cui cominciano a verificarsi fenomeni assurdi che rendono la realtà molto divertente, perché il mondo dei morti si risveglia e si prende ironicamente gioco dei vivi. Le persone si ritrovano a vivere situazioni paradossali e devono fare i conti con il proprio passato. «Non perdete questo libro» ha scritto Niccolò Ammaniti: «è opera di un pazzo furioso ma vale la pena leggerlo». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Uncategorized

Monti e Longanesi, Comisso e Pasolini: l’amarcord letterario di Nico Naldini

lasibillanonvuolemorire_coverLa sibilla non vuole morire è il bel titolo del nuovo libro di Nico Naldini pubblicato a Napoli da l’Ancora del Mediterraneo. Un volume in cui il poeta e saggista friulano innesca una vera e propria macchina del tempo letteraria, per portarci in un viaggio attraverso le fasi più importanti della sua vita, nei luoghi e tra le persone a lui più cari: il periodo milanese e gli incontri con Mario Monti e Leo Longanesi, che hanno lasciato in lui tracce profonde; la figura di Giovanni Comisso e le avventure vissute insieme al cugino Pier Paolo Pasolini; Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Uncategorized

Canapa, il romanzo dell’«oro verde» raccontato da Raffaele Abbate

canapa33«I Signori della Canapa non lasciano conti aperti né in dare né in avere»: a raccontare l’epopea del cosiddetto “oro verde” che un tempo riempiva le campagne dell’entroterra di Napoli è Raffaele Abbate, nel suo nuovo libro Canapa (Melagrana edizioni), costruito intorno alla storia di una famiglia di canapieri di Frattamaggiore ambientata nella prima metà del Novecento. Accanto alle gesta senza scrupoli dei padroni, si costruisce attraverso documenti, orari di treni, vecchie foto e ritagli di giornali, il romanzo corale di una comunità, quella frattese, che è stata per secoli la capitale meridionale della produzione canapiera. Un primato mantenuto con orgoglio e con sacrificio, innanzitutto dalle donne, protagoniste del libro fin dalle prime righe: «Sono le due di notte, la sirena, al culmine del fumaiolo di mattoni rossi, lancia il suo acuto suono di richiamo per il turno di notte delle pettinatrici. Rispondono, quasi fosse un’eco, le sirene degli altri stabilimenti, ognuna con una tonalità diversa».

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Fumetti/Continua l’avventura vintage di Gennaro supereroe napoletano

04gennaroPoliticamente scorretto, trash che più non si potrebbe, Gennaro supereroe napoletano esce a dicembre con il terzo numero. Questo fumetto vintage, che ricorda fin dal formato gli albi anni Settanta, ha incuriosito molti lettori che lo hanno incrociato in edicola. Anche perché, seppure ambientato a Napoli, è prodotto in Sardegna, dove il suo protagonista è già da tempo un vero e proprio cult.  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized