Napùl

Escono per Polidoro i racconti di Marco Perillo

Napùl, un nome che sta a metà tra Napoli e Kabul. Una metafora per raccontare una città in guerra quotidiana, perennemente a cavallo tra presente e passato, oriente e occidente, slanci poderosi e cadute dolorosissime. Il tutto, nei difficili tempi della camorra imprenditoriale, dei traffici di droga e, soprattutto, del terrorismo islamico.

Continua a leggere “Napùl”

Se questo è un valzer

Il nuovo giallo di Gianluca Calvino

Napoli. Università Orientale. Nel bel mezzo del cortile viene ritrovato il cadavere di Jamil Bouda, nordafricano dal passato oscuro, da tutti chiamato Vetril per il vezzo di portare sempre con sé un tergicristalli a mano. Un caso complesso, sul quale è chiamato a indagare Marcello Orlando, commissario pigro e politicamente scorretto, ma coadiuvato da una squadra molto più solerte di lui.

Continua a leggere “Se questo è un valzer”

Il cane di fuoco

I racconti “bio” di Massimo Andrei

Una raccolta di racconti che rievocano mondi fantastici, in cui le rose parlano, le cozze si confessano come antiche malafemmine, i carciofi protestano, i culi ambiscono a divenire “patrimonio dell’umanità”. Nel solco della vivezza dell`oralità di Giambattista Basile e di una interazione continua con il lettore, il protagonista, Nello, è impegnato in ventuno “attraversamenti” in tre distinte fasi della sua vita.

Continua a leggere “Il cane di fuoco”

Su ↑