Archivi categoria: Libri

Pizzeria Inferno, torna in libreria la Napoli onirica di Michele Serio

pizzeriainfernoPizzeria Inferno di Michele Serio, cult-book napoletano del 1994 tornato in libreria grazie all’editore Homo Scrivens, è la storia di una città dominata dalla corruzione e dal degrado in cui cominciano a verificarsi fenomeni assurdi che rendono la realtà molto divertente, perché il mondo dei morti si risveglia e si prende ironicamente gioco dei vivi. Le persone si ritrovano a vivere situazioni paradossali e devono fare i conti con il proprio passato. «Non perdete questo libro» ha scritto Niccolò Ammaniti: «è opera di un pazzo furioso ma vale la pena leggerlo». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Uncategorized

Monti e Longanesi, Comisso e Pasolini: l’amarcord letterario di Nico Naldini

lasibillanonvuolemorire_coverLa sibilla non vuole morire è il bel titolo del nuovo libro di Nico Naldini pubblicato a Napoli da l’Ancora del Mediterraneo. Un volume in cui il poeta e saggista friulano innesca una vera e propria macchina del tempo letteraria, per portarci in un viaggio attraverso le fasi più importanti della sua vita, nei luoghi e tra le persone a lui più cari: il periodo milanese e gli incontri con Mario Monti e Leo Longanesi, che hanno lasciato in lui tracce profonde; la figura di Giovanni Comisso e le avventure vissute insieme al cugino Pier Paolo Pasolini; Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Uncategorized

La camorra tra storia e romanzo: i reportage di Alexandre Dumas

camorradumas2Escono finalmente anche in Italia gli scritti sulla camorra di Alexandre Dumas  recuperati dallo studioso Claude Schopp, e pubblicati l’anno scorso in Francia da La Librairie Vuibert nel volume La Camorra et autres recits de brigandage. Sempre a cura dell’esperto del grande romanziere, Donzelli propone La camorra e altre storie di briganti (pp. 326, euro 30), in cui Dumas analizza da lucido osservatore le cause del brigantaggio, descrivendo il fenomeno della camorra come «la più eclatante manifestazione di arretramento mentale» del Regno delle Due Sicilie. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

GialloNapoli/Ischia di Magrite, bella da morire come l’Italia di oggi

ischiaIschia è il titolo e la meta della seconda avventura del commissario parigino Jules René Magrite, protagonista del nuovo libro di Gianni Mura pubblicato da Feltrinelli (176 pp. 14 euro).  Magrite approda stavolta nell’isola partenopea per un viaggio sentimentale con la sua nuova fiamma – l’avvenente e sensuale giudice Michelle – e finisce per ritrovarsi tra i piedi la morte di un giovane pizzaiolo romeno. Per tutti sembra un incidente. Ma non per per Peppe ‘O Francese, noto anche come Pepè le couteau, ovvero «Peppe il coltello». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

GialloNapoli/ Del Tufo e il mystery della città del sangue, intrigo lungo sei secoli

cantandosangue

Napoli, città di misteri e di sangue, è la protagonista del romanzo giallo di Vittorio del Tufo Verrà cantando il sangue, appena uscito per Rogiosi Editore. Un lungo filo rosso lega il lontano 1389 – anno dei primo miracolo di San Gennaro – all’omicidio di uno scienziato consumato nel 1986: chi aveva interesse ad ucciderlo? e quale inconfessabile segreto aveva scoperto? Forse, fa tutto parte di un piano: un intrigo ordito nell’ombra, un segreto custodito da secoli dal sepolcro di un grande re.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

EditoriNapoli/il rilancio: esce per Pironti “Berlusconi, finale di partita”

ListenerLa grande politica è di scena a Napoli martedì 4 dicembre, con la presentazione alla libreria Loffredo di via Kerbaker di Berlusconi, finale partita di Fabrizio Rizzi, edito da Tullio Pironti. All’incontro intervengono con l’autore il governatore della Campania Stefano Caldoro, il  direttore del Mattino Virman Cusenza e il parlamentare Vincenzo Maria Siniscalchi. Rizzi racconta nel suo libro l’epilogo della vicenda politica di un uomo che «aveva superato le Colonne d’Ercole anche della sua esistenza. Era andato contromano, a 200 all’ora da Milano a Roma, e ritorno, parecchie volte, in 17 anni di potere a Palazzo Chigi…». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Ricciardi ritorna con “Vipera”, continua il successo del noir di De Giovanni

«Nessuna resurrezione per il commissario Ricciardi»: è il sottotitolo di Vipera, il nuovo romanzo fresco di stampa per Einaudi, con cui Maurizio De Giovanni continua la sua fortunata saga. Nella settimana di Pasqua del 1932, nell’aria della primavera si respira il male: la prostituta più famosa di Napoli è stata uccisa in un bordello di Chiaia. Chi è stato, e perché?  Ricciardi si ritrova ancora una volta davanti i suoi fantasmi, e attraversando la città e le vite della gente, svela i fantasmi di ognuno: passioni e sentimenti più diversi, che a volte portano solo guai. Come capita al dottor Modo, amico del commissario ma anche vecchio estimatore di Vipera, che se la vedrà brutta. Un nuovo appuntamento da non perdere per chi segue già Ricciardi; ma anche una storia intrigante per  cominciare a conoscere il potente personaggio creato da De Giovanni.

Lascia un commento

Archiviato in Libri

La presentazione/Misteri, segreti e storie insolite di Napoli alla Feltrinelli Express

Agnese Palumbo e Maurizio Ponticello presentano il loro Misteri, segreti e storie insolite di Napoli con Francesco Durante alla Feltrinelli Express della stazione centrale, venerdì 23 novembre alle 18. Il libro, che fa parte della collana “Misteri italiani” della Newton&Compton, promette di  condurre il lettore attraverso gli enigmi più seducenti di Napoli, una città in cui i misteri si si toccano, si mangiano, si sentono, si vivono, si percorrono… Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Ma i Napoletani recitano ancora? De Matteis e gli epigoni della città-teatro

Nell’ultimo libro di Stefano De Matteis, Napoli in scena, appena uscito per Donzelli, si può trovare qualche risposta allo sconcerto con cui abbiamo assistito nel corso degli ultimi decenni alla “mutazione” della realtà napoletana, e diciamo pure, pasolinianamente, al genocidio del popolo, della sua cultura. Parola di Goffredo Fofi, autore della prefazione, che sul Sole24ore parla di una Napoli post-moderna ma senza certezze: «Napoli è diventata una realtà confusa e spuria, in parte fagocitata da una “post-modernità” che è qui più fittizia che altrove: una città più che mai incapace di ragionare su di sé, sul proprio destino. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Antropologia, Libri, teatro

L’autobiografia/Wertmüller, Italia meridionale e napoletana

Lina Wertmüller presenta alla Feltrinelli di Napoli (ore 18) la sua autobiografia edita da Mondadori, e intitolata Tutto a posto e niente in ordine.  La regista romana ha un legame molto forte con il Sud e con la città partenopea. L’assolata provincia pugliese ha segnato infatti il suo esordio nel 1963 con I basilischi, e il primo grande successo è arrivato con il “siciliano” Mimì metallurgico ferito nell’onore. Regina del “grottesco” (non ditele mai “commedia all’italiana”!) nel 1976 è stata la prima donna nella storia del cinema a ricevere una nomination all’Oscar come miglior regista con un film ambientato nella Napoli degli Anni Trenta: Pasqualino Settebellezze. Ma diverse altre sono le  pellicole napoletane, dalla traposizione della commedia di Eduardo Sabato domenica e lunedì (1990) con la Loren, Pupella Maggio e Luciano De Crescenzo,  alla “saga familiare vesuviana” Francesco e Nunziata (2001); da Ferdinando e Carolina (1999), sulle avventure del “re nasone” interpretato da Sergio Assisi, ad Io speriamo che me la cavo (1992) con Paolo Villaggio nei panni del maestro di Arzano inventato da Marcello d’Orta; da Ninfa plebea (1996),ispirato al romanzo di Domenico Rea vincitore del Premio Strega 1993, agli ambienti camorristici di Un Complicato intrigo di donne, vicoli e delitti (1986). Molto bello e interessante anche un documentario del 1981 sulla storia di Napoli, curato insieme a Mimmo De Masi.

Lascia un commento

Archiviato in CInema, Libri

Dal cinema al romanzo/Torna Piscicelli con Vita segreta di Maria Capasso

È sempre vero che la vita ti lascia scelta? e che c’è sempre una via d’uscita? Prima di rispondere, provate a leggere il romanzo Vita segreta di Maria Capasso, ultimo lavoro del regista e scrittore Salvatore Piscicelli, in libreria per le Edizioni e/o (pp. 320, euro 18,50), che racconta una storia dura e quotidiana, di passione e di dolore, di ostinata sopravvivenza. Alla periferia di una città, Napoli. E forse della vita. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in CInema, Libri

«Era vecchio, e pure zingaro»: incipit sui binari di Napoli Centrale

Un vecchio scampato al campo di concentramento che non sfugge alla segregazione metropolitana di Napoli Centrale: storia di rimpianti e di guerra quotidiana, quella che racconta Francesco D’Angelo nel suo romanzo d’esordio La luna di sopra (Graus, 2011) con cui ha vinto anche il premio “Torre Petrosa”.  Napoletano egiziano (è nato al Cairo nel 1950), D’Angelo è giornalista e scrittore, attivo da anni  in campo sindacale e sociale. In questo suo primo romanzo  racconta la storia di un anziano zingaro colto nella caotica metropoli napoletana, sospeso tra i ricordi e i rimpianti di una vita. Nella tumultuosa stazione, tra venditori ambulanti, rivolte cittadine, roghi di spazzatura e sbandati passeggeri di treni, il “vecchio”, reduce da un campo nazista, cerca di dare un senso alla propria esistenza, accompagnato dall’intima amicizia della “maestra”.

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Galleria delle armi: il romanzo sulla tragedia (dimenticata) di Balvano

Presentato a Napoli da Jean-Noel Schifano, La galleria delle armi è il romanzo “verista” di Salvio Esposito, edito da Marotta&Cafiero, che racconta la tragedia dimenticata di Balvano: 650 tra uomini, donne e bambini che fuggivano dalla fame di Napoli liberata, e che il 3 marzo 1944 trovarono la morte in questa galleria tra le montagne petrose della Lucania, nel cui nome riviveva la memoria delle guerre di briganti di un secolo prima. Una vera e propria strage, rimasta senza colpevoli. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Falso d’autore / Bananab, l’Italia di oggi vista da Tommaso Campanella

La Repubblica di Bananab è un singolarissimo libro su un antico manoscritto della prima metà del Seicento  attribuibile al filosofo Tommaso Campanella. Divertente e amaro, il testo è un «autentico falso d’autore» pubblicato a Napoli da Guida (pp. 78, euro 8,00) e inventato da Antimo Cesaro.Una critica secentesca all’Italia del Duemila è il sottotitolo del libro, dedicato alla mitica Città del sole di Campanella, abitata dai Bananabbi, e incredibilmente simile all’Italia contemporanea: Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Libri, politica

Nord e Sud/il pregiudizio: alla Feltrinelli si presenta ‘La palla al piede’

Si discute di antimeridionalismo alla Feltrinelli di via Roma, venerdì 26 ottobre (ore 18). Antonino De Francesco presenta il suo libro La palla al piede: Una storia del pregiudizio antimeridionale (Feltrinelli, pp. 256, euro 17) insieme allo storico  Luigi Mascilli Migliorini. Al libro ha dedicato una bella recensione il direttore Marco Demarco sul Corriere del Mezzogiorno, sottolineando: «come un vigile che si materializza nell’ora di punta o un poliziotto che sopraggiunge nel vivo della rissa, dopo le polemiche sugli afrori dei napoletani, dopo le dispute sul bidet dei Borbone e sulle fogne dei Savoia, mai libro è arrivato più puntuale». Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Storia