Archivi categoria: Letteratura

Cinema e lettaratura/ Perchè bisogna «recuperare» Bellavista di De Crescenzo

bellavista33Lunedì 10 febbraio si proietta a Napoli Così parlò Bellavista, che compie trent’anni. La fortunata invenzione di Luciano De Crescenzo, prima di diventare un film era stata un altrettanto fortunato libro, uscito per Mondadori nel 1977. Un libro già molto popolare (grazie anche a Maurizio Costanzo), ma snobbato dal dibattito letterario. Mentre infatti gli scrittori “napoletani” cercavano di sprovincializzarsi,  facevano a cazzotti per uscire da quel “bozzettismo” che finiva per relegarli al loro ruolo subalterno, De Crescenzo se ne fregò di tutto, e costruì un curioso libro che – volutamente – scadeva addirittura fino al macchiettismo. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in CInema, Letteratura, Libri

Luoghi letterari/ Ponte Ricciardo tra morti impiccati e sospiri d’amore

tiorba

Il Ponte Ricciardo, ovvero il ponte della Maddalena sulla foce del Sebeto, era il luogo delle infami forche da cui pendevano gli impiccati, i cui corpi venivano spesso gettati poi direttamente a mare. Nel Quattrocento Masuccio Salernitano ci ambientò un racconto del suo Novellino; ma la testimonianza più bella è forse un sonetto della mitica Tiorba a Taccone, il canzoniere pubblicato a Napoli nel 1646 sotto il fantasioso nome di Filippo Sgruttendio, sulla cui identità indagarono Croce e Ferdinando Russo, e in tempi più recenti numerosi altri studiosi. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Poesia, Uncategorized

Documentario/Malacqua, l’amarcord di Nicola Pugliese al Napoli Film Festival

malacqua_napoliFFE’ stato proiettato al Cinema Metropolitan di  Napoli lo scorso 2 ottobre il documentario di Giuseppe Pesce “Tutto il resto è Malacqua: La versione di Nick Pugliese” (Italia, 24′, 2013) , in concorso al Napoli Film Festival. Il film raccoglie l’unica intervista rilasciata dallo scrittore Nicola Pugliese, scomparso nel 2012, autore di “Malacqua”, romanzo di culto pubblicato da Italo Calvino per Einaudi nel 1977 (ora ripubblicato da Pironti). Nato da un’idea di Peppe D’Avanzo e di Giuseppe Pesce, è stato realizzato con la collaborazione di Marco Catizone, riprese di Carlo M. Alfarano, montaggio di Valerio D’Ambrosio. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in CInema, Letteratura, Libri

Perchè rileggere Malacqua

pironti_malacquaL’editore Tullio Pironti ha il merito di aver finalmente riportato in libreria, dopo trent’anni, un piccolo capolavoro. Ci siamo lamentati a lungo, che Malacqua fosse introvabile, e adesso sta a noi lettori, di farlo rimanere quanto più a lungo possibile sugli scaffali, in un’epoca in cui il turnover delle novità editoriali è sempre più serrato, e il mercato brucia decine di titoli a settimana. Ma cos’è questo libro, al di là del “caso editoriale”? del solitario Nicola Pugliese e di Italo Calvino, delle quattro giornate di pioggia nella città del sole, e di tutto il resto? Cosa pensate di trovarci, dentro? Io che l’ho riletto spesso, mi sto convincendo che forse Malacqua non parla di Napoli. Malacqua parla della nostra vita: Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Libri

Mastriani: il verista che l’Italia non sapeva di avere, e non riesce a riscoprire

mastriani (2)Ha scritto più di cento romanzi, ma si contano sulle dita di una sola mano i titoli di Francesco Mastriani disponibili su IBS: La cieca di Sorrento pubblicata da Avagliano nel 2009 e Il mio cadavere uscito per Rusconi nel 2010; e tra i piccoli editori Il bettoliere di Borgo Loreto e La poltrona del diavolo stampati da Imagaenaria nel 2004 e 2005. Ancor più di difficile reperibilità sono le ricerche della studiosa Cristiana Anna Addesso, che ha curato Francesco Mastriani a teatro (Fridericiana, 2009), un volume di Novelle scene e racconti con un’appendice di inediti (Aracne, 2012), ma soprattutto l’interessantissimo Che somma sventura è nascere a Napoli! Bio-bibliografia di Francesco Mastriani, insieme ad Emilio e Rosario Mastriani (Aracne 2012).  Manca all’appello persino l’opera principale, I Vermi, sottotitolo «studi storici sulle classi pericolose in Napoli» (l’ultima edizione dovrebbe essere quella di Luca Torre del 1994); e in attesa che venga riscoperto questo straordinario quanto per molti versi sfortunato romanziere, proponiamo il bel profilo letterario del Mastriani tracciato da Federigo Verdinois nel 1881 >  Continua a leggere

2 commenti

Archiviato in Letteratura, Libri

Croce, Serao e la «piccola verità popolare» di Francesco Mastriani

croce2Fu Benedetto Croce a riscoprire Francesco Mastriani: «romanziere di appendici che non solo è importante per la conoscenza dei costumi e della psicologia del popolo e della piccola borghesia partenopea, ma rimane il più notabile romanziere del genere, che l’Italia abbia dato».  Croce suggerì alla disattenta critica italiana di studiare Mastriani, a cui il traduttore francese di D’Annunzio, Giorgio Hérelle, aveva dedicato un articolo intitolato Un romancier socialiste a Naples sulla Revue de Paris del 1894. Ecco la pagina che fu fondamentale per la riscoperta dello scrittore, tratta da B. Croce, La vita letteraria a Napoli, in La letteratura della nuova Italia, IV, Bari, Laterza, 1922, pp. 313-16. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Uncategorized

Ritorna “la Comunista” di Rea

Da non perdere, il nuovo libro di Ermanno Rea, La Comunista, edito da Giunti, che si presenta oggi alla Feltrinelli di piazza dei Martiri. Con l’autore ci sono Emma Giammattei e Silvio Perrella. “Vita e passione di una comunista negli anni della guerra fredda” era il sottotitolo di Mistero Napoletano, successo di Rea del 1995: di quella “comunista” resta nel nuovo libro solo un fantasma, il cui presagio non è tuttavia di morte: semmai di speranza e di resurrezione, per una città e per la sua gente, che sono la metafora di tante città e di tante genti che non devono, non possono rassegnarsi; perchè la vita, l’amore, l’amicizia, tutto va vissuto; nonostante tutto, nonostante l’oggi incerto e difficile che l’autore riesce a fotografare in questo nuovo racconto che ci regala, di una città e di noi stessi, delle stagioni che passano per poi ritornare.

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Libri

Parte il “nuovo” Premio Napoli

Giunto alla 58esima edizione, guidato dal nuovo presidente Gabriele Frasca, il Premio Napoli 2012 cambia formula: 12  libri finalisti divisi in sei sezioni: Narrativa, Saggistica, Poesia, Traduzione, Ibridi letterari, Libri per bambini e ragazzi. Una coppia di opere per sezione. Le opere saranno votate da una giuria popolare, rinnovata nei numeri e connessa alla rete delle biblioteche municipali (anche questa è una importante novità). Ecco i finalisti. Tutte le novità su www.premionapoli.it  

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura

La fabbrica del grottesco, studi di Laura Cannavacciuolo sul teatro 8-900esco

Laura Cannavacciuolo presenta il suo libro La fabbrica del grottesco: Il teatro di Chiarelli, Rosso di San Secondo, Cavacchioli e Antonelli (Pironti), alla Libreria Loffredo di Napoli (via Kerbaker, 19/21) venerdì 11 maggio 2012 alle ore 18,00. Intervengono con l’autrice Apollonia Striano e Marco Lombardi. Scopriamo il libro, l’autrice e il commento di Antonio Saccone. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Libri

Toni Iermano rilegge l’opera politica e storico-letteraria di De Sanctis

Novità: esce per l’Ancora del Mediterraneo La prudenza e l’audacia: Letteratura e impegno politico in Francesco De Sanctis, di Toni Iermano (176 pp., 18,50 euro).  «Spesso l’audacia è più prudente della prudenza». Questa frase riassume la vita e l’opera di FrancescoDe Sanctis, la cui lezione attualissima viene qui riproposta negli elementi essenziali: la capacità di tenere insieme in sintesi feconda l’impegno civile e la passione letteraria; l’esemplare integrità nell’azione politica; la bruciante efficacia delle analisi dei mali dell’Italia e delle derive di una politica dominata dai personalismi e dalla corruzione. Di Iermano, docente universitario di letteratura italiana e autore di numerosi saggi, si segnala Le scritture della modernità, uscito per Liguori nel 2007.

1 Commento

Archiviato in critica letteraria, Letteratura

Il Premio Napoli alla conquista dell’Italia, parola di Gabriele Frasca

«Il Premio Napoli necessita di uno slancio ulteriore per oltrepassare i confini della città, e affermarsi come il più importante premio letterario attualmente presente nella nostra Nazione»: è l’entusiasmante saluto di Gabriele Frasca, nuovo presidente della Fondazione, che si propone di farne «un baluardo per la lingua e la cultura italiana, in un’epoca in cui nelle Università di tutto il mondo l’insegnamento della nostra lingua e della nostra letteratura sta subendo un’allarmante flessione». Napoletano, classe 1957, Frasca Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Libri, protagonisti

Tansillo, finalmente la nuova edizione critica delle Rime: in campo Università “Federico II” e città di Nola

Procede spedita l’edizione delle opere poetiche di Luigi Tansillo, e Napoli riscopre un vero protagonista del Cinquecento, che non fu solo quell’oscuro secolo guerra peste e carestia che separa il medioevo dall’età moderna. Dopo i “Capitoli giocosi e satirici”, pubblicati l’anno scorso nel cinquecentenario della nascita del poeta, esce per Bulzoni il secondo e più importante dei volumi: le Rime. Oltre mille pagine divise in due tomi, la bella edizione fa parte della collana “Europa delle corti”, ed è curata da Tobia R. Toscano che insegna letteratura italiana alla “Federico II”, insieme ad Erika Milburn e Rossano Pestarino.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura