Archivi del mese: marzo 2014

Il ricordo di Salvatore Di Giacomo

digiacomoNapoli ricorda Salvatore Di Giacomo a ottant’anni dalla scomparsa (1934-2014). L’Università “Federico II” e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli promuovono la manifestazione “L’occhio vivente. Salvatore Di Giacomo pellegrino nella sua città”, che si terrà il 2 aprile 2014 (ore 14,30) presso la Società Napoletana di Storia Patria, a Castel Nuovo; e poi il 4 aprile una reading cittadino delle opere del poeta. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eventi, Storia, università

Napoli, ma non solo/ Cosa sono queste “Dolomiti” di Antonio Bassolino?

copertina-le-dolomiti-di-napoliLa scorsa settimana sono stato invitato a presentare a Casoria “Le Dolomiti di Napoli”, l’ultimo libro di Antonio Bassolino. Nello sfogliarlo a distanza di qualche mese – è uscito a metà dello scorso novembre – mi sono accorto di confonderlo con un precedente libro, uscito quattro anni fa, intitolato “Napoli-Italia”. E in effetti, questi due libri sono in qualche modo complementari. Nel 2010 la narrazione di Bassolino si concentrava però più su una dimensione pubblica, tracciando le tappe della sua carriera politica, anche con frequenti riferimenti alla vita privata. Nel suo nuovo libro, la dimensione privata si dilata, divenendo quasi intima; e si fa strada un sentimento – il tratto forse più umano, capace di coinvolgere il lettore – che è quello della delusione: delusione delle persone incontrate e avute accanto, ma anche di una stagione che è andata come è andata. Vengono fuori, infatti, anche gli errori; e uno su tutti, il più grande, la (troppo) lunga permanenza al potere: sedici anni, prima come sindaco di Napoli e poi presidente della Regione Campania, con una breve parentesi romana al Ministero del Lavoro. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Premio Strega/ La Napoli del Seicento candidata con Antonella Cilento

lisari_cilentoMondadori candida al prossimo Premio Strega una storia molto femminile e molto napoletana: Lisario, o il piacere infinito delle donne, l’ultimo libro di Antonella Cilento. Il romanzo – in uscita proprio in questi giorni – è ambientato nella Napoli del Seicento, e racconta la storia di Lisario Morales, muta a causa di un maldestro intervento chirurgico, che legge di nascosto Cervantes e scrive lettere alla Madonna. È poco più di una bambina quando le propongono per la prima volta il matrimonio, e lei per sottrarsi cade addormentata. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri