MafiaTivù/ Una fiction di cui nessuno sentiva la mancanza

sfida_rosiNon c’è morale nella storia di Pupetta Maresca, se non quella che raccontò già Francesco Rosi nel film del 1958 “La sfida”: la vicenda di un giovane ambizioso e impaziente (il Vito della finzione, che poi sarebbe Pascalone ‘e Nola) che cerca di fare il grande salto verso la ricchezza avvicinandosi a importanti figure della camorra: ma la sua intraprendenza sarà anche la sua rovina. Tutto il resto è solo taglione e vendetta, infamia e squallore: l’unico onore è quello delle onorate società (di produzione) che investono nell’apologia del degrado in cui siamo precipitati, e ci trascinano sempre più in basso fornendo modelli devianti, soprattutto alle nuove generazioni.

Lascia un commento

Archiviato in attualità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...