Pizzeria Inferno, torna in libreria la Napoli onirica di Michele Serio

pizzeriainfernoPizzeria Inferno di Michele Serio, cult-book napoletano del 1994 tornato in libreria grazie all’editore Homo Scrivens, è la storia di una città dominata dalla corruzione e dal degrado in cui cominciano a verificarsi fenomeni assurdi che rendono la realtà molto divertente, perché il mondo dei morti si risveglia e si prende ironicamente gioco dei vivi. Le persone si ritrovano a vivere situazioni paradossali e devono fare i conti con il proprio passato. «Non perdete questo libro» ha scritto Niccolò Ammaniti: «è opera di un pazzo furioso ma vale la pena leggerlo».

Napoli, anni Ottanta. Palle di carne rotolanti si aggirano per le strade della città uccidendo con una singolare unghia che fuoriesce dai corpi. Politicanti corrotti, camorristi, imprenditori senza scrupoli devono fare i conti con questo fenomeno inspiegabile che sconvolge un equilibrio sociale fondato sulla complicità e sull’ignavia. Ma anche la vita della gente comune viene stravolta dalle apparizioni: giovani donne, professionisti e perfino bambini, vengono intrappolati in impulsi erotici innominabili e mutazioni orrende. Avvengono fenomeni di possessione, guarigioni miracolose. Attraverso capitoli intitolati come gli ingredienti della pizza, la storia accompagna il lettore lungo percorsi dove il Male e il Bene si affrontano senza mezze misure.

L’anima cinica, spettrale di Napoli esce allo scoperto e sgretola ogni riferimento tradizionale. Protagonista della storia è Carla, una giovane agente pubblicitaria, separata da un marito nullafacente e innamorata di un padre lontano. La sua vita viene totalmente stravolta quando, una notte, si sente palpeggiare da un’inquietante presenza. Pochi attimi d’attonita attesa, e Carla scopre di avere nel letto una presenza inconsueta: lo scheletro di un travestito. Da quel momento, la città di Napoli e la realtà tutta assumeranno un aspetto grottesco e onirico, dove un ordine diverso da quello precostituito s’imporrà con regole nuove.

Il primo romanzo del napoletano Michele Serio è La signora dei Lupi (Spirali), a cui sono seguiti Pizzeria inferno e Nero Metropolitano (Baldini & Castoldi). E poi ancora Reporter di strada (Ancora del Mediterraneo) e nel 2006 la raccolta di reportage Napoli corpo a corpo: Manuale di sopravvivenza metropolitana(Marlin). Serio ha partecipato a numerose antologie di racconti in Italia e in Francia. Ha scritto per la radio, la televisione, il teatro e i suoi lavori sono tradotti in diverse lingue europee. Collabora come opinionista con quotidiani e riviste.

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...