Archivi del mese: giugno 2012

Amato Lamberti se ne va, e ci lascia nella “città dolente”

A 69 anni se n’è andato Amato Lamberti, fondatore dell’Osservatorio sulla Camorra, animatore di una lunga, coraggiosa, tenace, lotta emersa dal silenzio e dal baratro in cui era sprofondata Napoli negli Settanta e Ottanta. Come me, molti hanno avuto la fortuna di conoscerlo: tutti andremo avanti nella “città dolente” tenendo in mente gli scappellotti, le lunghe chiacchierate, i suoi saggi consigli: caro prof, ci hai insegnato che tutto cambia, ma che non tutto si può cambiare; che non basta volere, ma bisogna studiare e capire, osservare e misurare, ragionare e far ragionare: che questa città è di tutti ed è anche nostra, che non bisogna stare mai fermi, che si può e si deve fare politica senza sporcarsi, che si può fare politica in tanti modi, ogni giorno, nella nostra vita. Ciao, grazie

Lascia un commento

Archiviato in protagonisti

Casimiro Rolèx alla Feltrinelli, in attesa del nuovo romanzo di Franco Di Mare

Franco di Mare presenta Casimiro Rolèx (Cairo Editore) alla Feltrinelli di piazza dei Martiri mercoledì 27 giugno alle 18, insieme a LuigiCaramiello e al direttore del Corriere del Mezzogiorno Marco Demarco. Letture dell’attrice Rosaria De Cicco. Già uscito tra gli “inediti d’autore” del CorSera lo scorso settembre – e riproposto ora in volume da Cairo arricchito di illustrazioni – il racconto anticipa un nuovo romanzo, previsto in uscita per il prossimo autunno. Napoletano, Franco Di Mare dipinge un personaggio su cui si potrebbe costruire un film: Casimiro Loconte, soprannominato Rolèx  per la sua appassionata “specializzazione” nel furto di orologi di marca, in giro per Napoli – la città dei quartieri “alti”, il porto, la stazione –  Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Libri

Montanaro, Diario di uno schizofrenico (alla ricerca della rotta smarrita)

Bologna, 2009: una foto (part.) di Gaetano Massa dal reportage sul disagio mentale “Nonostante la vostra cortese ospitalità”

Ivan Montanaro presenta il suo libro Diario di uno schizofrenico (Pironti) lunedì 25 giugno alle 18 alla libreria Fnac di Napoli (via Luca Giordano); ne discutono con l’autore il sociologo Luigi Caramiello e il  direttore del Centro Produzione RAI di Napoli Francesco Pinto. Musiche di Giovanni Block.

Il libro di Montanaro è un “diario di bordo” – alla ricerca di una rotta smarrita – di un ragazzo che, per gli accidenti che capitano a volte nella vita, si ritrova in un ospedale psichiatrico: e qui, in questo tempo indefinito del presente,tra la  malinconia e i farmaci, si trova a ripercorre ricordi d’infanzia e storie d’amore, per assumere lentamente contezza della sua condizione: evidentemente provvisoria, eppure l’unica possibile. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eventi, Libri

Ritorna “la Comunista” di Rea

Da non perdere, il nuovo libro di Ermanno Rea, La Comunista, edito da Giunti, che si presenta oggi alla Feltrinelli di piazza dei Martiri. Con l’autore ci sono Emma Giammattei e Silvio Perrella. “Vita e passione di una comunista negli anni della guerra fredda” era il sottotitolo di Mistero Napoletano, successo di Rea del 1995: di quella “comunista” resta nel nuovo libro solo un fantasma, il cui presagio non è tuttavia di morte: semmai di speranza e di resurrezione, per una città e per la sua gente, che sono la metafora di tante città e di tante genti che non devono, non possono rassegnarsi; perchè la vita, l’amore, l’amicizia, tutto va vissuto; nonostante tutto, nonostante l’oggi incerto e difficile che l’autore riesce a fotografare in questo nuovo racconto che ci regala, di una città e di noi stessi, delle stagioni che passano per poi ritornare.

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura, Libri

Escono per Pironti i nuovi racconti dell’architetto Vargas

Davide Vargas presenta il suo nuovo libro Racconti di Architettura (Pironti) alla Libreria Feltrinelli di Napoli (Via S. Tommaso d’Aquino) giovedì 21 giugno alle ore 18:30. Ne discutono con l’autore l’architetto Massimo Pica Ciamarra e lo scrittore e giornalista Piero Sorrentino. Con Racconti di Architettura, Davide Vargas torna a dipingere con parole e pennellate di caffè lo spazio urbano, Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Eventi, Libri

Parte il “nuovo” Premio Napoli

Giunto alla 58esima edizione, guidato dal nuovo presidente Gabriele Frasca, il Premio Napoli 2012 cambia formula: 12  libri finalisti divisi in sei sezioni: Narrativa, Saggistica, Poesia, Traduzione, Ibridi letterari, Libri per bambini e ragazzi. Una coppia di opere per sezione. Le opere saranno votate da una giuria popolare, rinnovata nei numeri e connessa alla rete delle biblioteche municipali (anche questa è una importante novità). Ecco i finalisti. Tutte le novità su www.premionapoli.it  

Questa presentazione richiede JavaScript.

Lascia un commento

Archiviato in Letteratura

Alfasud, sogno e occasione mancata: il senso di una grande storia italiana

GIUSEPPE PESCE – Raccontare Pomigliano d’Arco vuol dire lasciare aperto un racconto, e sperare che l’industria a Napoli e in Campania abbia ancora un futuro, perché ha avuto una grande storia. Se infatti Bagnoli rappresenta una Napoli industriale ormai quasi epica e letteraria, che potremmo racchiudere tra i “Tre operai” di Bernari e la “Dismissione” di Rea, Pomigliano è ancora una questione all’ordine del giorno, che torna periodicamente ad incendiare polemiche tra padroni e operai, sindacati e industriali. Nel documentario “Un’auto targata Sud” abbiamo voluto ricostruire cos’era Pomigliano prima della Fiat: ovvero prima che, nel 1986, fosse privatizzata. L’Alfa Romeo, presente a Pomigliano fin dall’epoca fascista, era infatti un’industria pubblica. Doveva essere la “punta di diamante” dell’IRI e della Finmeccanica, invece si è trasformata in un “costoso gioiello” che la Stato alla fine ha dovuto svendere. Le ragioni di questo fallimento, a lungo imputato a sbagliate logiche meridionaliste, sono in realtà molto più complesse. Perché la storia di Pomigliano non è una vicenda “sudista”, provinciale o regionale: è una grande storia italiana, dentro la quale c’è di tutto, Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in attualità, Storia

Pomigliano a “La Storia siamo Noi”: la ricerca e gli auguri di Napolitano

“Un’auto targata Sud” è il titolo del documentario di Giuseppe Pesce e Aldo Zappalà che andrà in onda per “La Storia siamo Noi” di Giovanni Minoli, il 12 giugno su RAI2. Il documentario – oggetto anche di una tesi di laurea di una studentessa dell’università di Napoli “Suor Orsola Benincasa” – nasce da una ricerca di Giuseppe Pesce, che per primo ha ricostruito una storia complessiva degli insediamenti Alfa Romeo di Pomigliano d’Arco, dal periodo fascista alla ricostruzione, dal progetto Alfasud alla privatizzazione. Un primo corposo dossier storico, dal titolo “Un motore per il Sud: L’Alfa Romeo, Pomigliano d’Arco e il sogno di un’industria meridionale” è stato pubblicato nel 2009 dalla Rivista “Mezzogiorno Europa”, organo dell’omonima fondazione guidata all’epoca da Andrea Geremicca. Il documentario, voluto da Piero Corsini, è stato realizzato in fondamentale sinergia con Aldo Zappalà, già apprezzato autore de “Il Cuore e l’Acciaio”, storia dell’Italsider di Bagnoli. Il lavoro è durato circa tre anni, completato dalle ricerche di materiali video e fotografici presso le Teche RAI, ma anche presso l’Archivio Storico Alfa Romeo di Arese e l’Archivio della Fiom-CGIL di Pomigliano d’Arco. Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che era già al corrente del progetto, e che ha ricevuto in anteprima una copia del documentario, ha scritto in questi giorni a Giuseppe Pesce «esprimendo il suo apprezzamendo per aver voluto raccontare la storia di uno dei più prestigiosi marchi italiani».

Scarica il dossier “Un’auto targata Sud” in pdf g-pesce_alfa.pdf

Guarda il trailer del documentario su Youtube 

Lascia un commento

Archiviato in Eventi, Storia