Anticristianesimo e libertà: nuovo saggio dell’Istituto di Studi Storici

L’Istituto Italiano per gli Studi Storici, autorevole fucina culturale di Napoli, pubblica il nuovo saggio di Silvia Berti, Anticristianesimo e libertà. Studi sull’Illuminismo radicale europeo. Il volume (pagine xxxvi-376 e 26 tavole fuori testo, costo € 45) è distribuito dalla Società Editrice Il Mulino. Di seguito, un  abstract sintetico e l’indice per saperne di più su questa interessante ricerca, promossa dall’Istituto napoletano fondato da Benedetto Croce.

IL LIBRO. Guardando al primo Illuminismo europeo due atteggiamenti indissolubilmente connessi colpiscono per la loro novità: radicalismo e cosmopolitismo. Ma furono davvero il panteismo e il monismo filosofico, come variamente sostenuto da Margaret Jacob e Jonathan Israel, a determinare la cifra del cosiddetto Radical Enlightenment? I saggi raccolti in questo volume intendono proporre una prospettiva diversa. Fra gli intellettuali che scrissero e operarono fra il 1680 e il 1730 la consapevolezza del legame fra critica religiosa e coscienza politica radicale si rafforzò, portando al convergere di eterodossia e spinozismo. In quel mondo, attacco alla religione rivelata e apprezzamento della morale evangelica, spinozismo e socinianesimo, l’assimilazione di temi e motivi sia della tradizione ebraica che di quella islamica, rigorismo di matrice agostiniana e denuncia libertina dell’origine politica delle religioni si danno la mano per costituire il nucleo allo stesso tempo fondante e duraturo del contributo dato dall’Illuminismo alla formazione della modernità.
L’INDICE: Alle origini dell’incredulità – Amsterdam. Conflitti, ricomposizioni, neo-ortodosia – Immaginazione erudita e identità religiosa nell’incrontro ebraico-cristiano. La creazione del mito caraita nel Sei e Settecento – La verità denudata. La teoria dell’impostura religiosa e politica nella cultura europea (1660-1730) – «La vie et l’esprit de Spinosa» (1719) e la prima traduzione francese dell’«Ethica» – Un libro perduto, il Traité des trois imposteurs: origini, fonti, impresa editoriale – Il tema scettico nel Traité des trois imposteurs – Il «Journal litteraire» e il Père Tournemine – La religione degli antichi nel primo Illuminismo. Fontenelle e Ramsay – Bernard Picart e Jean-Frédéric Bernard. Dalla religione riformata al deismo. Un incontro con il mondo ebraico nell’Amsterdam del primo Settecento – Bernard Picart miniaturista e pittore – La figura di Descartes nell’opera grafica di Bernard Picart. Il percorso intellettuale di un incisore fra nouvelle philosophie e Port-Royal – César Chesneau Dumarsais. Fra gallicanesimo e philosophie – Radicali ai margini. Materialismo, libero pensiero e diritto al suicidio in Radicati di Passerano – Gli ultimi giorni del conte Radicati.

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...