Contini, ebreo antifascista nella Napoli liberata: il libro alla Fondazione Valenzi

Napoli liberata (Sergente Gladstone, 1 ottobre 1943), da I volti della Liberazione – Ist. piemontese di Storia della Resistenza.

Si presenta oggi alle 17 alla Fondazione Valenzi, presso il Maschio Angioino, il libro a cura di Bruno e Leo Contini Nino Contini (1906-44): quel ragazzo in gamba di nostro padre: Diari dal confino e da Napoli liberata (Giuntina). Al saluto di Lucia Valenzi – Presidente della fondazione dedicata al padre Maurizio ex sindaco di Napoli e parlamentare –  seguirà il dibattito tra la storica Gloria Chianese, la giornalista Titti Marrone, lo scrittore Silvio Perrella e la testimone Alberta Temin. Presente anche Bruno Contini.

IL LIBRO: (con scritti di Gloria Chianese, Alessandra Minerbi e Clotilde Pontecorvo). Attraversare gli anni dal 1939 al 1944 dopo l’invio al confino, spesso trasferito in tanti posti diversi (prima a Urbisaglia, poi alle Tremiti, e ancora a Pizzoferrato e Cantalupo nel Molise, per l’avvocato antifascista Nino Contini, ebreo e sionista di Ferrara, giovane sposo di Laura Lampronti e padre dei piccoli Bruno e Leo, è una vicenda umana, sociale e politica che si conclude solo nella Napoli appena liberata, quando Nino, già di salute incerta per la malattia che lo porterà alla morte prematura, è finalmente libero di esprimere le sue idee e le sue proposte nel nascente Partito d’Azione per un Italia solo in parte libera, anche se ancora tutta da ricostruire civilmente e politicamente. Nino ferma nei suoi Diari, dapprima in modo molto stringato, poi più diffusamente, sia gli eventi più minuti della sua difficile vita quotidiana, con la responsabilità di una amatissima giovane moglie e di due piccoli figli da far crescere in vista di un futuro migliore, sia gli eventi più drammatici della guerra mondiale e della persecuzione antiebraica in Italia, prima solo fascista e poi nazista.

Lascia un commento

Archiviato in Libri, Storia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...